Compressori rotativi a vite

L’utilizzo dei compressori rotativi a vite nelle industrie è in continuo aumento dato che, rispetto agli altri tipi di compressore ad aria, sono in grado di garantire una resa migliore con un uso prolungato.

L’alto rendimento volumetrico è dovuto alla struttura interna dello strumento: le viti sono alloggiate su cuscinetti lavorati ad alte tolleranze che permettono un movimento (delle viti stesse) con giochi minimi.

Il compressore rotativo a vite viene usato nell’industra metallurgica, alimentare, ceramica, automobilistica ed in moltissimi altri settori. 

Vediamo nello specifico a cosa serve.

  • Verniciatura

  • Gonfiaggio di pneumatici

  • Imballaggio

  • Pulizia e soffiatura 

  • Processi biologici

  • Limatura metallica

  • Formatura

  • Carteggiatura

  • Processi automatici ecc.

 

Andiamo adesso a vedere come funziona un compressore rotativo a vite.

Due rotori elicoidali accoppiati, uno maschio e uno femmina, generano la compressione dell’aria. Il rotore maschio trascina il rotore femmina e questo movimento, generando meno spazio all’interno dell’ingranaggio, provoca un aumento di pressione dell’aria.

La maggior parte di questi compressori sono lubrificati a olio, il quale viene filtrato con sistemi appositi per non contaminare l’aria in uscita. 

 

Quali sono le differenze tra un compressore a pistoni e un compressore rotativo a vite?

 

  • Il compressore rotativo ha un costo più elevato rispetto a quello a pistoni, ma il suo rendimento è più alto con un utilizzo a servizio continuo. 

  • Di contro, la macchina a viti ha bisogno di maggiore manutenzione poiché, oltre al filtro per l’aria e a quello dell’olio, possiede anche un filtro separatore, che divide le impurità e i residui di olio dall’aria che deve essere emessa. 

  • Il compressore a pistoni ha un ingombro maggiore rispetto a quello rotativo. 

  • Il compressore rotativo a vite è più duraturo rispetto all’altro modello, dato che il suo calo di prestazione avviene in maniera molto graduale nel corso del tempo (1% all’anno).

  • Grazie al suo meccanismo di funzionamento molto semplice e fluido, e alla presenza di cuscinetti appositi tra le viti, il compressore rotativo a viti è molto silenzioso.

  • Sia la macchina a pistoni che quella rotativa a vite può avere, come optional, un essiccatore integrato per migliorare la qualità dell’aria.

  • Sia l’uno che l’altro modello possono essere oil free, senza lubrificazione a olio, per essere utilizzati in settori in cui l’aria non deve assolutamente subire contaminazioni: industria alimentare, ambito medico ecc.

 

Dopo aver analizzato alcune delle caratteristiche principali delle diverse tipologie di compressore, è facile intuire come quello rotativo a vite sia più indicato per un utilizzo industriale e professionale (e non per uso casalingo), poiché rende maggiormente durante un uso continuo.

Scegli dunque il compressore rotativo a vite che abbia un serbatoio adeguato all’utilizzo prospettato ed alle tue specifiche esigenze.

Sfoglia il nostro catalogo e scopri l’alta qualità e l’affidabilità dei nostri brand.

ABAC propone un’ampia gamma di compressori d’aria di ogni genere, grazie alla sua longeva esperienza, ai suoi sistemi all’avanguardia e alla sua prolungata presenza sul mercato industriale, professionale e hobbistico.

Leggi di più... > Chiudi descrizione
Product added to wishlist