Rasaerba 

Il rasaerba è sicuramente l’attrezzo da giardinaggio per eccellenza e del quale non si può fare a meno se si ha l’esigenza di mantenere il prato in ordine e dell’altezza che si preferisce.
Ne esistono diversi tipi in commercio ma la scelta dell’acquirente deve essere sempre calibrata alle proprie esigenze, avendo in considerazione prima di tutto le dimensioni del proprio prato e poi le peculiarità degli attrezzi che solo i marchi migliori possono offrire, garantendone l’ottima qualità.

Le caratteristiche dei rasaerba che vanno considerate sono:

  • Il carrello (con ruote semoventi o fisse);
  • Il tipo di trazione (manuale, parziale, robotizzata);
  • La tipologia di alimentazione (elettrica, a batteria, con motore a scoppio);
  • La presenza o meno della funzione Mulching, se ritenuta importante per il proprio lavoro.

I rasaerba hanno un carrello semovente o fisso.

  • Il carrello semovente è caratterizzato dalla mobilità delle ruote verso destra e verso sinistra agevolando lo spostamento dell’attrezzo. Un ottimo rasaerba con carrello semovente presente nel nostro catalogo è il Dolmar PM4601S.
  • Il carrello stabile invece richiede un pochino di forza in più per svoltare lateralmente ma in compenso è molto stabile e robusto.

Inoltre i rasaerba possono essere classificati anche in base al tipo di trazione:

  • A trazione manuale. Questo tipo di rasaerba è il più diffuso. Generalmente è costituito da un carrello sul quale poggia il motore (e il serbatoio per la benzina nel caso del modello con motore a scoppio), al di sotto del motore vi è la lama che trancia il prato ruotando, posteriormente troviamo quasi sempre il cassone che si incastra sul carrello e infine il manico con l’impugnatura (su cui è presente la frizione nei tosaerba con motore a scoppio).
  • A trazione parziale. Spesso la trazione manuale è assistita poiché il motore collegato alle ruote agevola la spinta, grazie all’utilizzo di alcune leve e comandi presenti sull’impugnatura. Questo genere di trazione è molto utile soprattutto se si ha un prato in pendenza.
  • A trazione robotizzata. La trazione robotizzata non richiede l’intervento umano se non per programmare l’altezza del taglio e altre piccole cose. Un rasaerba di questo genere è fornito di un sistema GPS per potersi spostare liberamente nel prato e per individuare gli eventuali ostacoli da aggirare, oppure è telecomandato a distanza. Ha un costo molto più alto rispetto al rasaerba a trazione manuale.

Un’altra importante distinzione da fare per i rasaerba è in base al tipo di alimentazione:

  • elettrica,
  • a batteria,
  • a combustione interna (meglio conosciuto come motore a scoppio).

Rasaerba elettrico

Il rasaerba elettrico è dotato di un motore alimentato a corrente mediante un cavo abbastanza lungo per non intralciare il lavoro. Il cassone per raccogliere l’erba appena tagliata non è molto grande nel tosaerba elettrico, pertanto richiede uno svuotamento frequente. Il tagliaerba elettrico è molto maneggevole, economico, ottimo per le piccole superfici (inferiori a 200 mq), silenzioso, non prevede spese aggiuntive per acquistare il carburante e richiede poca manutenzione. Di questa categoria fanno parte due ottimi prodotti a marchio Dolmar, presenti nel nostro catalogo: PM-411C e PM 461.

Rasaerba a batteria

L’alimentazione del rasaerba a batteria può essere elettrica oppure a ricarica solare. Non dovendo essere alimentato con la corrente, il suo raggio d’azione può essere abbastanza ampio e il lavoro agevole, ma la batteria ha comunque un’autonomia limitata che richiede una ricarica dopo un certo tempo di utilizzo.
Il cassone di raccolta per l’erba tosata, come nel rasaerba elettrico, è piccolo. Pertanto anche il tagliaerba a batteria è adatto per spazi limitati, è silenzioso, economico, non inquina, non richiede manutenzione.

Nel nostro shop online puoi trovare due ottimi utensili di questa categoria: Dolmar EM 330 e Dolmar EM 370.

Rasaerba con motore a scoppio.

Il motore a scoppio del rasaerba richiede il pieno di carburante ma, grazie a questa caratteristica, garantisce grande potenza.
Non essendo vincolato ad un filo o ad una batteria soggetta a scaricarsi, il rasaerba con motore a scoppio permette un lavoro su prati estesi (fino ai 500 mq circa). Questo tipo di tagliaerba richiede maggiore manutenzione, è rumoroso e inquinante rispetto all’altro tipo ma ha una potenza di gran lunga superiore; prevede inoltre un costo di acquisto leggermente più elevato ma la spesa viene ammortizzata grazie al prolungato utilizzo dell’attrezzo nel tempo.
Il cassone di raccolta per l’erba è più capiente. Deve essere comunque svuotato di tanto in tanto, ma con meno frequenza rispetto ai rasaerba elettrici.

Sul nostro sito sono presenti questi attrezzi di ottima qualità: Dolmar PM 411C, Dolmar PM 461, Dolmar PM 4601S.

Funzione Mulching

Come già accennato in precedenza, esiste una funzione del rasaerba chiamata “Mulching”. Grazie ad essa, l’erba non viene semplicemente tranciata, ma sminuzzata più volte (mediante delle lame multiple) per poter essere riutilizzata come concime del terreno o del prato. Questo meccanismo è molto vantaggioso se si ha un giardino ampio, poiché in aree di piccole dimensioni il vento o il calpestìo potrebbero portar via l’erba frantumata, non permettendo alla stessa di trasformarsi in concime.

Leggi di più... >

Chiudi descrizione

No products

To be determined Shipping
0,00 € Totale

Procedi con l'ordine