Tagliasiepe 

Cos’è il tagliasiepe? A cosa serve?

Il tagliasiepe è un attrezzo molto utile se hai necessità di potare la tua siepe e darle una forma delineata e precisa.

Questo utensile consta di un motore, che può essere elettrico o a scoppio, al cui fianco si trovano due impugnature (una superiore e una inferiore), da cui parte una barra e la lama con due serie di denti affilati, che si muovono con moto alternativo.

Se hai una folta siepe in giardino, sicuramente ti sarai accorto di quanto crescano in fretta i rami e le foglie. Utilizzare un qualsiasi attrezzo manuale, come una forbice o una cesoia, non garantisce lo stesso risultato di un tagliasiepe, perfetto per rendere più leggero e agevole il tuo lavoro.
Non è da trascurare neppure il risparmio economico sul lungo periodo. Pensa quanto ti costerebbe un giardiniere se volessi chiamarlo di frequente per pulire e svolgere la manutenzione ordinaria! Nella maggior parte dei casi comprare un tagliasiepe rappresenta la scelta più logica, così da poterlo utilizzare tutte le volte che si presenta la necessità. Esistono sul mercato ottimi prodotti a prezzi relativamente contenuti, venduti da marchi che sono sinonimo di qualità, come Makita e Dolmar.

Sappiamo bene, però, che le persone poco esperte potrebbero avere delle difficoltà nell’individuare il tagliasiepe migliore. È per questo che abbiamo pensato di dare qualche consiglio affinché gli interessati possano scegliere con consapevolezza il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

Le due modalità di alimentazione

Il tagliasiepe può essere:

  • Elettrico. I watt variano tra i 600 e gli 800 circa. Questo genere di tagliasiepe è silenzioso, abbastanza leggero, ma vincolato alla presenza di una presa di corrente per poter funzionare; quindi il suo impiego è limitato per lavori piccoli e domestici.
  • Con motore a scoppio (a 2 o a 4 tempi). Il suo peso va oltre i 5 kg e la sua potenza è molto elevata rispetto agli altri due (dai 650 ai 1000 watt più o meno). Il suo impiego è sicuramente appropriato per lavori più duri e lunghi, che richiedono maggiore forza ed esperienza da parte di chi lo utilizza.

Come scegliere il tagliasiepe perfetto

Il tagliasiepe ha diverse caratteristiche che bisogna assolutamente tenere in considerazione al momento dell’acquisto: potenza del motore, peso dell’attrezzo (affinché la persona che lo deve adoperare riesca a sollevarlo e reggerlo facilmente), impugnatura e manegevolezza (come il Tagliasiepi elettrico Dolmar HT7510 670W barra da 75 cm), facilità nell’utilizzo.

Pertanto la scelta perfetta va fatta valutando:

  • Il genere di lavoro da compiere: se la siepe è situata in una posizione difficile è preferibile un tagliasiepe con una lama corta, poiché assicura maggiore possibilità di inclinazione e precisione nel taglio. Quando l’esigenza è quella di effettuare un lavoro semplice e leggero, sono sufficienti tagliasiepi di circa 500 watt (come il Tagliasiepi elettrico Dolmar HT 355 e il Tagliasiepi elettrico Dolmar HT365), ma se il lavoro è più duro e richiede maggiore potenza del motore, sarà necessario un tagliasiepe che vada oltre i 600 watt (come il tagliasiepi a scoppio Makita EH7). Sottolineiamo ancora una volta: se serve per un piccolo lavoro domestico, in condominio o in luoghi dove non bisogna fare rumore, è consigliabile un tagliasiepe elettrico. Per lavori più duri, grandi e in spazi più ampi, c’è necessità di maggiore potenza ed autonomia, quindi meglio acquistare un tagliasiepe con motore a scoppio.
  • Il tipo di rami da potare: sono molto folti? Alti? Qual è il loro spessore? Di che legno si tratta? Ecco le domande giuste da farsi. Ad esempio, se il diametro dei rami da recidere è ampio o se vogliamo tagliare un piccolo arbusto, dobbiamo sicuramente comprare un tagliasiepe con una lama proporzionata a quello spessore, solida e robusta. Viceversa, per la semplice siepe di casa, magari non ancora cresciuta del tutto, basta un utensile molto più minimal.

Leggi di più... >

Chiudi descrizione